ProciseDx
 i vantaggi del vero Point-of-Care per i pazienti affetti da MICI

Le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (MICI), in inglese Inflammatory Bowel Disease (IBD), sono un gruppo di malattie caratterizzate dall’infiammazione ed il danneggiamento dell’apparato digerente in assenza di eziologia infettiva.

Le MICI possono avere manifestazioni cliniche differenti da persona a persona, che possono variare anche nel tempo. Sono caratterizzate da periodi di acutizzazione della malattia e periodi di latenza o remissione.

Le MICI maggiormente riscontrate sono la malattia di Crohn (MC) e la Colite Ulcerosa (CU).

Colite Ulcerosa

La CU è caratterizzata da un’infiammazione continua, generalmente localizzata nell’area compresa tra il colon e l’ano.

Malattia di Crohn

La MC può interessare qualsiasi parte del canale digerente dalla bocca fino all’ano, l’infiammazione dei tessuti in presenza di MC è circoscritta a zona, alternate a tessuto normale.

Una via terapeutica per i pazienti affetti da MICI è rappresentata dai farmaci biologici (principalmente Infliximab e Adalimumab), anticorpi monoclonali in grado di complessare il fattore di necrosi tumorale, una citochina coinvolta nel processo di infiammazione, impedendo così il verificarsi dello stato infiammatorio.

Durante il processo di infiammazione si registra l’innalzamento della presenza di alcuni biomarcatori come la proteina C reattiva nel sangue e la calprotectina nelle feci.

La determinazione della dose di Infliximab, Adalimumab e proteina C reattiva nel sangue, unita alla quantificazione della calprotectina nelle feci, aiutano il clinico a adottare una strategia terapeutica maggiormente aderente a quelle che sono le reali esigenze del paziente affetto da MICI.

Il Point-of-Care ProciseDx

Nel contesto di pazienti affetti da MICI in terapia con farmaci biologici, assume rilevanza monitorare sia il livello di farmaco biologico circolante nel sangue, sia l’andamento dei biomarcatori collegati allo stato infiammatorio.

I test Point-of-Care ProciseDx permettono di monitorare il paziente direttamente in ambulatorio o in reparto, assicurando risultati affidabili in meno di 5 minuti, con estrema facilità di esecuzione dell’analisi.

FACILE

IMMEDIATO

AFFIDABILE

SEMPLIFICA IL FLUSSO DI LAVORO!

Preleva con la pipetta già tarata per il corretto volume di sangue
Dispensa nella cartuccia campione e tampone predosato monouso
Processa il test viene riconosciuto dallo strumento leggendo il barcode 2D presente sulla cartuccia

LO STRUMENTO ProciseDx

Tecnologia brevettata Lumiphore®

Dosaggio Infliximab su sangue intero (capillare o venoso) o siero

Negli ultimi due decenni, grandi miglioramenti nella terapia delle MICI (Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali) sono stati raggiunti grazie all’utilizzo crescente dei farmaci biologici anti-fattore di necrosi tumorale (TNF, Tumor Necrosis Factor).

L’Infliximab è uno dei principali farmaci biologici utilizzati: il suo impiego ha segnato un grande passo avanti nel migliorare il decorso della malattia e tenere sotto controllo l’infiammazione a livelli di remissione, per periodi di tempo prolungati. Il monitoraggio terapeutico dei farmaci (TDM, Therapeutic Drug Monitoring) è un importante strumento nelle mani del clinico, e consente un migliore utilizzo dei farmaci biologici, basando le decisioni di trattamento su un’evidenza diagnostica.

Con i metodi tradizionali, eseguiti presso i laboratori specializzati, si hanno risposte sul livello di Infliximab con tempistiche troppo lunghe rispetto alle necessità del paziente affetto da MICI.

Procise IFX™, grazie all’innovativa tecnologia del vero test Point-of-Care, consente di misurare il livello di Infliximab in meno di 5 minuti da sangue intero capillare, direttamente in ambulatorio, durante la visita con il clinico. il personale sanitario ha un importante elemento in più per definire la dose da somministrare.

Il grafico mostra un’ottima correlazione tra il test Procise IFX™ e uno dei metodi ELISA maggiormente diffusi nei laboratori specializzati.

Dosaggio Adalimumab su sangue intero (capillare o venoso) o siero

Il monitoraggio terapeutico dei farmaci (TDM, Therapeutic Drug Monitoring) anti-fattore di necrosi tumorale (TNF, Tumor Necrosis Factor) come Adalimumab è aumentato nel tempo, grazie al miglioramento effettuato dai clinici nel trattamento delle MICI (Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali).

L’Adalimumab viene somministrato per via sottocutanea dal paziente stesso. Risulta importante conoscere il livello di Adalimumab prima del trattamento, per garantire la somministrazione di una dose corretta. Generalmente, però, i test per Adalimumab sono effettuati in laboratori specializzati, allungando così i tempi di risposta, che non coincidono con le tempistiche di somministrazione.
Procise ADL™, grazie all’innovativa tecnologia del vero test Point-of-Care, consente di misurare il livello di Adalimumab in meno di 5 minuti da sangue intero capillare.

Procise ADL™ risulta molto utile durante la visita del clinico con un paziente con MICI: il personale sanitario è in grado di conoscere il livello di Adalimumab nel sangue del paziente in tempi molto brevi: in questo modo, è possibile regolare in maniera ottimale il successivo dosaggio del farmaco da somministrare..

Il grafico mostra un’ottima correlazione tra il test Procise ADL™ e uno dei metodi ELISA maggiormente diffusi nei laboratori specializzati.